Ecobonus 110%: quali interventi fare?

ECOBONUS-Tecnogas.jpg

Cari lettori,
oggi vi proponiamo un approfondimento sul tema “Ecobonus 110%” del Decreto legge “Rilancio” n. 34 del 19 maggio 2020, nel quale sono state promosse una serie di detrazioni fiscali per agevolare gli investimenti in numerosi settori come quello dell’edilizia. Le detrazioni fiscali riportate all’art. 119, le cui linee guida verranno definite a breve, riguardano importanti interventi di “ristrutturazione” che si possono raggruppare in queste grandi macroaree:
- Massimizzazione del rendimento energetico degli edifici esistenti
- Riduzione del rischio sismico (Sisma bonus)
- Installazione di un sistema fotovoltaico (Bonus fotovoltaico)
- Installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.
In questo articolo, ci soffermeremo solo sugli interventi autorizzati per aumentare il rendimento energetico. Gli interventi per usufruire delle agevolazioni sono principalmente:
- Isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali dell’edificio con un’incidenza superiore al 25%;
- Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali esistenti con impianti per il riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto (come previsto dal Regolamento delegato dalla Commissione Europea n. 811/2013) o a pompa di calore, compresi impianti ibridi o geotermici, anche abbinati ad impianti fotovoltaici (per interventi su parti comuni degli edifici);
- Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali esistenti con impianti per il riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, compresi impianti ibridi o geotermici, anche abbinati ad impianti fotovoltaici (per interventi su edifici unifamiliari).
Ai fini dell’accesso alla detrazione fiscale, è necessario dimostrare, mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E) rilasciato da un geometra o un architetto, il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, ovvero, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta. La detrazione del 110% è valida anche per tutti quegli interventi per il rendimento energetico precedentemente non indicati a condizione che vengano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi riportati nel decreto.
Riguardo la massimizzazione del rendimento energetico, particolare attenzione oggi viene rivolta agli interventi che permettono una riduzione dei consumi energetici. Il fabbisogno energetico annuo per il riscaldamento può infatti essere notevolmente ridotto sia grazie all’impiego di materiali di “nuova generazione” che all’isolamento termico. L’isolamento termico è spesso sinonimo di installazione di infissi nuovi ed ermetici, che però non garantiscono il corretto ricambio d’aria. Per ovviare a questo problema, una valida alternativa è rappresentata dai sistemi di ventilazione meccanica controllata, che sono in grado di provvedere al ricambio dell’aria e di regolare la quantità di umidità negli ambienti.
ASSOLO è un sistema di ventilazione controllata progettato per il risparmio energetico e il benessere personale e dell’immobile. ASSOLO garantisce un continuo ricircolo dell’aria, impedendo la formazione di condensa e muffa sulle pareti. Grazie all’immissione di aria sempre fresca e filtrata, assicura una qualità dell’aria costante. Inoltre grazie ai doppi filtri (in entrata ed in uscita) antipolvere ed anti pollini, può agevolare la riduzione di allergeni. I filtri e tutte le componenti sono facilmente smontabili e lavabili per una maggiore igiene.
Come risparmiare energia con il recupero del calore dall’aria grazie ad ASSOLO?
Essendo una macchina a ventilazione meccanica controllata, ASSOLO è in grado di filtrare l’aria di scambio e da questa recuperare la massima energia termica da riemettere in ambiente. In inverno, lo scambiatore di calore può recuperare fino al 90% di calore presente nell’aria dell’ambiente e riutilizzarlo per scaldare l’aria fredda che re-immette nell’ambiente. In estate, viceversa, l’aria più calda proveniente dall’esterno che viene immessa nell’ambiente viene mitigata dall’energia termica fredda recuperata in fase di espulsione, riducendo così in entrambi i casi il gap termico e quindi la quantità di energia necessaria per riequilibrare l’ambiente. In questo modo si riducono i costi in bolletta e le emissioni di CO2. Lo scambiatore ceramico garantisce un rendimento fino al 90%.
ASSOLO è un prodotto compatto, versatile e semplice da utilizzare, si contraddistingue per il suo design essenziale. Costruito con materiali resistenti, ASSOLO è anche molto silenzioso e caratterizzato da bassi consumi elettrici.


Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul prodotto “ASSOLO” clicca qui !
 

Search

Archive

2020-07-03